HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA

U P S

In caso di momentanea mancanza dell'alimentazione di rete, può intervenire un gruppo di continuità denominato UPS (Uninterruptible Power System).

Alla base di tutto vi è una batteria di accumulatori che, in normali condizioni, sono mantenuti carichi. All'occorrenza provvedono a far funzionare tutte o parte delle apparecchiature elettriche, per un determinato periodo di tempo.

Nella rete elettrica è presente una tensione alternata, mentre gli accumulatori funzionano con tensione continua. Pertanto tra la rete elettrica e gli accumulatori è inserito un alimentatore con raddrizzatore per trasformare la tensione alternata in tensione continua, permettendo la carica della batteria. Tra gli accumulatori e i circuiti da alimentare è posto un inverter per la trasformazione opposta, cioè da tensione continua in tensione alternata.

Nell'immagine vediamno lo schema base di un UPS. Quando viene a mancare la tensione di rete, si chiude l'interruttore I2 e i circuiti vengono momentaneamente alimentati attraverso l'inverter.

schema di principio di un UPS

Sono anche utili per la protezione dei computer, molto sensibili alle fluttuazioni di tensione e, in particolare, alle improvvise interruzioni dell'alimentazione, anche di breve durata.

UPS idoneo per l'alimentazione di un computer prese nella parte posteriore dell'UPS
UPS - vista frontale e vista posteriore con le diverse prese e il fusibile

Nella foto è visibile un UPS, con autonomia di pochi minuti, indispensabile per salvare i dati in tutta sicurezza e spegnere il computer senza danni.

Nella parte posteriore è visibile in basso l'ingresso per l'alimentazione di rete a 230 V e sei uscite sempre a 230 V di tipo IEC per i componenti da alimentare.

presa IEC maschio
connettore maschio di tipo IEC C14

Nella parte posteriore le uscite protette utilizzano normalmente connessioni di tipo IEC C13/C14 o di tipo schuko.



Esistono UPS con uscita effettivamente sinusoidale e inverter più economici con uscita sinusoidale approssimata.



sicurezza elettrica ing. Vito Barone


HOMEELETTRONICACOMPONENTIIMPIANTIELETTROTECNICA